Newsletter

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere sulla vostra email tutti i nuovi articoli inseriti.

Inserisca il suo nome da visualizzare e l'indirizzo email, il codice di sicurezza visibile a fianco e poi prema Iscrivimi.

captcha  

Icone-email1

Appuntamenti parrocchiali



Gen

13


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 2ele




Gen

19


Sabato - alle ore 17:00
Incontro famiglie 3med




Gen

20


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 3ele




Gen

27


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 4ele




Feb

17


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 5ele, 1med, 2med




Feb

24


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 3ele




Mar

3


Domenica - alle ore 11:00
Cresima (3med)




Mar

17


Domenica - alle ore 09:30
Incontro famiglie 4ele




Mar

23


Sabato - alle ore 15:00
Ritiro cresimandi (3med)




Mar

23


Sabato - alle ore 15:50
Incontro famiglie 2ele presso Battistero in Duomo




Mar

30


Sabato - alle ore 17:00
Prima Confessione (3ele)




Mag

4


Sabato - alle ore 16:00
Ritiro Prima Comunione (4ele)




Mag

11


Sabato - alle ore 17:00
Ricordo del Battesimo (2ele)




Mag

12


Domenica - alle ore 11:00
Prima Comunione (4ele)


Eucaristia ammalati

 

 

 

sitica31

4a domenica del TO.B

Introduzione alle letture

Prima lettura

Dt 18,15-20(brano)

Susciterò un profeta e gli porrò in bocca le mie parole.
Questo brano, riletto in chiave messianica dalla tradizione giudaica, traccia la fisionomia ideale del profeta accanto a quelle delle altre istituzioni politico-religiose d’Israele (il re, il sacerdote, il levita, il giudice). La struttura interiore della sua missione si rivela profondamente ancorata a Dio: il profeta è il portavoce di Dio, la sua parola è efficace e creatrice come quella del Signore, tanto che proprio la realizzazione diventa uno (non l’unico) dei criteri di verifica dell’autenticità della profezia. L’iniziativa è di Dio: «Io susciterò loro un profeta...» (v. 18). Le parole sono quelle di Dio per cui il profeta è strappato dalle coordinate politico-religiose e collocato in una posizione trascendente. E il giudizio che Dio riserva a chi rifiuta o perseguita il profeta è lo stesso di quello riservato al rifiuto di Dio: «Se qualcuno non ascolterà le sue parole..., io gliene domanderò conto» (v. 19).

 

Seconda lettura

1Cor 7,32-35(brano)

La vergine si preoccupa delle cose del Signore, per essere santa.
La celebrazione della verginità cristiana che Paolo ora fa non è per lo stato celibatario in quanto tale, ma in quanto è piena e totale donazione per il regno dei cieli e per i fratelli. Quindi, stato verginale e stato coniugale in sé non costituiscono la perfezione; essi sono mezzi idonei, a livelli diversi, per la dedizione a «vita celeste» a cui siamo chiamati già nella nostra esistenza. Proprio perché la verginità è, in sé, maggiormente segno di donazione, essendo universale e totale, essa deve diventare la prospettiva di fondo del credente. Paradossalmente dovremmo dire che la verginità-donazione totale è l’ideale da vivere anche nell’autentico matrimonio cristiano. Esso ci svela lo splendore del regno di Dio in cui «non si prende moglie né marito, ma si è come angeli nel cielo» (Mt 22,30)

 

VANGELO

Mc 1,21-28

Mc 1,21-28(brano)

Insegnava loro come uno che ha autorità.
In questa scena dell’indemoniato Gesù «sgrida» lo spirito immondo che «grida» la definizione «il santo di Dio». L’autentica conoscenza del Cristo non è legata alla fama del taumaturgo, ma è raggiunta attraverso un lento itinerario di ascolto e di ricerca (il «segreto messianico»), È un lungo processo operato sulla figura del Cristo delineata dai demòni ma non compresa ancora dal discepolo. Lì, alla croce, Cristo accetterà la «fama» che ora rifiuta e che si diffonde a sua insaputa. «La fede in Cristo - scriveva Pascal - è autentica non in quanto nasce da un miracolo ma in quanto è generata dalla croce».





©testi da Messale Festivo-EDIZIONI SAN PAOLO


 
 
 

A chi piace

Chi è online

Abbiamo 259 visitatori e nessun utente online

Social Network

Si possono seguire e commentare le news della Parrocchia anche su : 

facebook 1

twitter 1

Visitando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa Cookies policy. (direttiva 136/CE del 25/11/ 2009)